Questa collezione è formata da taccuini immaginari in cui uomini attraverso la materia del mare hanno trovato stimolo e ispirazione per indagare viaggiare e annotare di questo viaggio.
La collezione “la libreria sospesa” è sicuramente la sua collezione più poetica ed emozionale; il mare attraverso la sua materia emoziona, evoca, crea riflessioni in cui l’uomo viene ispirato al pensiero e alla ricerca, attraversando soggettivamente percorsi tortuosi pensieri ed immagini ognuno col suo vissuto.
La scelta di grandi nomi ormai scomparsi che rappresentino questo percorso è obbligata per far si che ognuno si identifichi, per far si che questo percorso possa appartenere a tutti.
Queste teche in cui si cela il segreto di ciò che vi è scritto sono leggere e incorporee come le emozioni, ciò che celano è a discrezione di ognuno attraverso la propria fantasia o semplicemente l’evocazione di suoni colori e forme che le rappresentano, ognuno di noi può pensare cosa Ulisse abbia scritto sul viaggio o Shakespeare sul dubbio.
Taccuini immaginari legati nel senso e nell’atto dalla potenza evocativa della materia che lavora il mare.
Le opere sono numerate ad un numero massimo di 10 per opera.

La libreria sospesa_collezione completa